PRINCIPI FONDAMENTALI

Villa Serena aderisce ai “Diritti del Cittadino”, come descritti nell’art. 14 del D. Lgs. 502/92, estendendo tali diritti a tutti i cittadini di qualsiasi nazionalità, etnia e religione.

CENTRALITÀ DEL PAZIENTE 
Viene garantita assicurando soprattutto una costante attenzione alla qualità dei servizi offerti.

PRIVACY DEL PAZIENTE
In linea con la normativa vigente “Codice in materia di protezione dei dati personali” D. LGS 196/03, i dati sensibili, atti a rilevare lo stato di salute e la vita sessuale dei pazienti, vengono trattati esclusivamente da personale autorizzato e solo al fine di erogare le prestazioni sanitarie, per esigenze amministrativo- contabili e/o  certificare lo stato di salute. Il consenso del paziente al trattamento dei dati personali è reso nelle formule previste dalla legge.

EGUAGLIANZA
Intesa come divieto di ogni ingiustificata discriminazione per motivi di sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche. Le regole riguardanti i rapporti tra utenti e servizi erogati e l’accesso agli stessi sono uguali per tutti.

IMPARZIALITÀ
Il comportamento della Casa di Cura e dei propri operatori nei confronti dell’utente sono ispirati da criteri etici di obiettività, equità e giustizia.

CONTINUITÀ
Costanza nell’erogazione dei servizi.

DIRITTO DI SCELTA
L’utente può optare per le diverse prestazioni sanitarie ed alberghiere offerte dalla Clinica e scegliere tra le diverse possibilità terapeutiche.

PARTECIPAZIONE
Diritto da parte del cittadino-utente ad individuare le criticità da rimuovere e le eccellenze da potenziare, nonché ad ottenere informazioni, proporre osservazioni, suggerimenti, memorie, documenti, in modo da poter esprimere una valutazione del servizio ricevuto.

EFFICIENZA ED EFFICACIA 
Le prestazioni erogate devono soddisfare i bisogni di salute con il miglior e più ottimale utilizzo delle risorse disponibili.

INTEGRAZIONE OSPEDALE-TERRITORIO 
La Casa di Cura è aperta alle altre realtà socio-sanitarie.

APPROPRIATEZZA
Le cure devono essere erogate in modo personalizzato, al “paziente giusto” , al “momento giusto” e al “livello organizzativo ottimale”.

ACCESSIBILITÀ
Facilitare l’accesso dei cittadini-utenti alle prestazioni sanitarie.